PRODOTTI

La produzione, senza l’uso della chimica ed in aridocoltura (in assenza di acqua), è rivolta a prodotti tipici del nostro territorio e a cultivar antiche che stanno scomparendo. Tutte queste cure ed attenzioni garantiscono la salubrità e la qualità, nonché, la stagionalità dei prodotti della “Casa degli uccellini”.

Ceci

I ceci sono i più antichi tra i legumi e la varietà di cece piccolo, più colorito e saporito, proviene dall'oriente.
In Italia nel medioevo fu denominato la ''carne dei poveri'', per l'alto contenuto proteico. I ceci portano benefici al cuore e alla circolazione sanguigna grazie alla presenza abbondante di Magnesio e Folato abbassando la possibilità di infarto e gli Omega 3, abbassano i livelli dei grassi nel sangue e dei trigliceridi, prevenendo di conseguenza le malattie degenerative come l'ipertensione e arteriosclerosi.
Si prestano alla preparazione di zuppe, con riso o pasta, in insalata.

Ceci Neri

Ceci neri della Murgia di Sud Est molto più piccola dei ceci comuni, con la buccia rugosa e irregolare, molto gustosi e ricchissimi di fibre e di ferro.
Hanno bisogno di un ammollo di 24 ore e di una cottura di 4 ore.
Ottimi con cavatelli, pomodorini e capocollo o in zuppa con riso e cipolle soffritte. Danno un sofisticato tocco di sapore e colore nelle insalate di riso o di grano.

Cicerchie

La cicerchia è un legume particolarmente ricco di proteine. Le cicerchie coltivate in Italia, hanno ottenuto il riconoscimento di prodotto agroalimentare tradizionale italiano .Questo alimento ha fatto a lungo parte della tradizione e dell'alimentazione contadina italiana ed è uno dei legumi più antichi e più consumati dai nostri progenitori.  Le cicerchie, come gli altri legumi, contengono vitamine del gruppo B, proteine, sali minerali, fibre e polifenoli. Sono una fonte di calcio e fosforo. In esse è presente una neurotossina che viene però annullata da un lungo ammollo e da una lunga cottura ad alta temperatura. E' consigliato un ammollo prima della cottura in acqua preferibilmente salata e tiepida per 24 ore.< Al momento della cottura andrà sostituita l'acqua dell'ammollo con nuova acqua pulita e non salata. Sono ottime preparate in zuppe con patate, minestroni, in purea di contorno a carni.

Semola rimacinata di grano duro Senatore Cappelli

Il grano duro Senatore Cappelli deve il suo nome al senatore abruzzese Raffaele Cappelli, promotore nei primi del novecento della riforma agraria che ha portato alla distinzione tra grani duri e teneri.
È un frumento duro, aristato (cioè dotato di ariste, i filamenti che si notano nelle graminacee), ottenuto per selezione genealogica a Foggia, nel 1915 da Nazareno Strampelli. Per decenni è stata la coltivazione più diffusa, fino al diffondersi delle varietà più produttive.
Il grano duro Senatore Cappelli è esente da ogni contaminazione da mutagenesi indotta con raggi x e y del cobalto radioattivo, a differenza delle varietà del grano duro OGM irradiato, oggi utilizzati in agricoltura.
La pianta ha un’altezza di ca. 1.80 m (superiore a quella del grano comune) e contiene percentuali più elevate di lipidi, amminoacidi, vitamine e minerali, nonché caratteristiche di elevata digeribilità,non ha mai subito le alterazioni delle tecniche di manipolazione genetica dell’agricoltura moderna, che sacrificano sapore e contenuto tradizionale a vantaggio di rendimento elevato.
Questa semola ha una granulometria molto sottile e ben si adatta a molteplici usi, dalla preparazione di pane, focaccia, panzerotti, pizze quella di dolci poco lievitati come crostate, ciambelle, biscotti. Si usa anche per la pasta fatta in casa.

Semola Integrale di grano duro Senatore Cappelli

In questa semola troviamo la macinatura dell'intero chicco. La sua granulometria è molto grossa, la si può usare sia pura che tagliata con la semola rimacinata. Per gli amanti dell'integrale è adatta a tutti gli usi sia per preparazioni dolci che salate che non hanno bisogno di grandi lievitazioni.

Semola semi-integrale di grano duro Senatore Cappelli

Questa semola ha una granulometria abbastanza grossa ed è adatta alla preparazione della tradizionale pasta fatta in casa pugliese, scura e callosa, soprattutto per le orecchiette e frucidd'.

Farina di ceci

Si ottiene dalla macinatura dei ceci. Si utilizza per la classica farinata, per le panelle siciliane, per polpette dolci e salate vegane. Si può utilizzare come addensante in zuppe e minestroni.

Farina di ceci neri

Si ottiene dalla macinatura dei ceci. Si utilizza per la classica farinata, per le panelle siciliane, per polpette dolci e salate vegane. Si può utilizzare come addensante in zuppe e minestroni.

Farina di orzo integrale

Subisce una macinatura integrale ed è adatta per la preparazione delle tipiche frise. Tagliata con la semola rimacinata si presta bene anche per la preparazione di biscotti. Utilizzata in piccole dosi nel pane gli conferisce un profumo e un colore unici.

Frise di orzo

Preparate con farina di orzo integrale, una piccola percentuale di semola rimacinata senatore Cappelli, lievito madre, acqua e sale.

Biscotti di orzo

Preparati con Farina di orzo integrale, una piccola percentuale di semola rimacinata senatore Cappelli, olio di semi di girasole biologico, zucchero di canna integrale biologico, agenti lievitanti.

Per acquistare contattaci